Transportation Solutions

Gli ordini acquisiti al 31 dicembre 2009 ammontano ad Euromigliaia 632.468 e presentano un incremento del 84,7 % rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (Euromigliaia 342.467 al 31 dicembre 2008).

Il valore del backlog al 31 dicembre 2009 ammonta ad Euromigliaia 2.048.073 rispetto ad un valore di Euromigliaia 1.843.542 al 31 dicembre 2008.

Di seguito si evidenziano gli eventi rilevanti dell’anno 2009 per le Aree nelle quali la B.U. opera.

 

ANSALDO STS – REGIONE ITALIA 

 

L’esercizio 2009 si è caratterizzato per lo sviluppo di importanti iniziative nel campo delle metropolitane automatiche (driverless). È di marzo l’aggiudicazione per 214 €Mil della commessa relativa alla realizzazione delle opere tecnologiche, dell’armamento e dei veicoli (questi ultimi a favore di AnsaldoBreda, unico partner Ansaldo STS nel Consorzio vincente) per la prima fase della Circular Line di Taipei, (16,5 km, 14 stazioni e  deposito principale della linea).

Nel mese di giugno, è stato acquisito un ordine per 148,8 €Mil relativo al contratto per le opere tecnologiche della metropolitana leggera automatica dell’Università delle Donne di Riyadh, 11,3 km, comprensiva di  17 stazioni e un deposito.

In febbraio è stato firmato un contratto con Metropolitana di Napoli S.p.A., concessionaria del Comune di Napoli, per la progettazione costruttiva e la realizzazione degli impianti elettro-ferroviari della Linea 1 della metropolitana di Napoli per la tratta Piazza Dante – Piazza Garibaldi. Il valore della commessa è pari a 59,68 €Mil. Il completamento dei lavori è previsto per luglio 2012 ed i lavori assegnati ad ASTS fanno parte del quarto contratto applicativo del contratto quadro per la realizzazione della Linea 1 della metropolitana partenopea. Nel dicembre 2009 è stato inoltre acquisito un contratto per 28,0 €Mil relativamente alle Vesuviane.

Nel corso del 2009 sono anche stati formalizzati gli ordini relativi al Secondo Lotto Funzionale sulla tratta Roma-Napoli dell’Alta Velocità. Per la società si consuntivano di conseguenza acquisizioni relative alla partecipazione al Consorzio IRICAV1 per le opere civili, l’armamento e piccole varianti e ordini diretti dal Consorzio Saturno, per un valore complessivo pari a 38,6 €Mil.

Infine, nel secondo trimestre 2009 è stato formalizzato l’ordine connesso alla metropolitana automatica di Roma Linea C, per 30,0 €Mil relativo alla variante per opere civili e tecnologiche, chiusa dalla consortile Roma C S.c.p.A. con Roma Metropolitane.

Relativamente alle opportunità, restano confermate, le attese relative ai programmi di espansione, nel medio e lungo periodo, della rete dei trasporti previsti in tutte le principali metropoli italiane, che contribuiscono a mantenere costanti le previsioni di sviluppo del mercato sistemi Ansaldo STS. Nell’arco dei prossimi 5/10 anni Milano, Roma, Napoli, Palermo, Catania, Bologna, daranno il via alla costruzione di estensioni e nuove linee metropolitane.

In Italia la gara per l’assegnazione del 1° Lotto della Linea 4 della Metropolitana di Milano è slittata mentre, per  quanto riguarda la Linea 5 della metropolitana di Milano si sta delineando la possibilità di un prolungamento a Sud-Ovest fino a S. Siro.

L’assegnazione della Linea D della Metropolitana di Roma, non avendo ancora visto l’approvazione definitiva e l’allocazione di budget pubblici, slitterà a fine 2010.

Per quanto riguarda l’estensione di Roma Linea B per il tratto Rebibbia – Casalmonastero, la gara è prevista per il mese di  marzo 2010.

Relativamente al mercato estero, in generale il quadro macroeconomico globale conseguente alla crisi finanziaria iniziata già nel 2008 ha provocato lo slittamento di alcuni progetti, in particolare nell’area Est Europea, dove i programmi di sviluppo promossi dalla Comunità Europea non sembrano sufficienti a finanziare nella loro totalità i principali progetti di espansione della rete dei trasporti.

In parziale contro-tendenza rispetto alle dinamiche descritte, l’evoluzione del mercato sistemi “chiavi in mano” in Nord Africa e nel Medio Oriente evidenzia una discreta tenuta rispetto ai volumi di mercato degli ultimi anni. A tal proposito, si rileva l’emergere di alcune iniziative e progetti infrastrutturali in Kuwait, Bahrein, Qatar, Arabia Saudita, Libia, Tunisia e Algeria.

In Libia è prevista la realizzazione di vari progetti sia nel segmento Mass Transit sia nel segmento ferroviario. In tale contesto è da evidenziare la partecipazione di ASTS alla gara per la realizzazione di un sistema metropolitano driverless a Tripoli, relativamente al quale l’offerta è stata presentata in raggruppamento con alcune imprese italiane ed AnsaldoBreda S.p.A.. L’esito della gara è atteso nel primo semestre del 2010.

Per quanto riguarda il Medio Oriente, sono da citare i programmi di sviluppo del Qatar dove per i prossimi anni sono pianificati numerosi progetti per la realizzazione di metropolitane pesanti e di metropolitane leggere (LRT).

Per quanto riguarda il mercato europeo, la Danimarca ricopre un ruolo strategico dovuto alla consolidata presenza di ASTS nel Paese; il progetto Metro Copenhagen dove ASTS svolge anche il ruolo di Operator, rimane infatti una delle migliori referenze ASTS nel mondo. A Copenhagen sono in corso le gare per l’esercizio e manutenzione della linea esistente e per la realizzazione della nuova linea City Ring.

Per quanto riguarda le soluzioni tecnologiche adottate, si mantiene in crescita la domanda nel segmento di mercato legato alle metro automatiche (tecnologia CBTC Driverless), in particolare in Italia, nell’Europa Centro – Settentrionale e in Medio Oriente.

Il valore degli ordini acquisiti al 31 dicembre 2009 ammonta a 586 €Mil rispetto a 167,1 €Mil al 31 dicembre 2008. Il backlog al 31 dicembre 2009 è pari a 1.872 €Mil contro 1.675,4 €Mil al 31 dicembre 2008.

 

ANSALDO STS – REGIONE FRANCIA 

 

Per quanto riguarda le opportunità per la Business Unit Transportation Solutions facente capo alla Francia, si segnalano quelle relative al Progetto “Grande Parigi” che ha però tempi di realizzazione medio-lunghi.

Nell’area Nord Africa, è attesa nel 2010 una gara in Marocco relativa al progetto LRT di Casablanca. Sono inoltre pianificati per il futuro altri sistemi LRT per le città di Marrakech ed Agadir.

In Tunisia è attualmente in corso la gara indetta dalla Société du Réseau Ferroviaire Rapide de Tunis per la realizzazione delle prime due linee della rete ferroviaria suburbana di Tunisi. Per il futuro sono pianificati altri progetti, fra i quali una linea ad alta velocità che colleghi la Tunisia al Marocco.

 

ANSALDO STS – REGIONE AMERICHE 

 

In questa regione ASTS sta sviluppando la propria presenza nel settore Transportation Solutions. È quindi importante segnalare il conseguimento della prequalifica per la Metro Driverless di Honolulu, la cui gara sarà conclusa entro il primo semestre 2010.

 

ANSALDO STS – REGIONE ASIA PACIFICO 

 

In India sono attesi nei prossimi anni numerosi progetti per quanto riguarda i segmenti mass transit e merci ferroviario. Tale paese potrebbe diventare un’interessante area di business per ASTS; l’obiettivo è quello di iniziare a conoscere il mercato e le sue dinamiche in modo da poter sfruttare al meglio i futuri sviluppi commerciali.

In Australia, sono attesi importanti sviluppi nel settore del trasporto merci per l’attività minerarie.

In seguito all’aggiudicazione del contratto per la realizzazione del TransAsean Rail Network in consorzio con BBR, la Malesia è uno dei paesi di maggior interesse per ASTS in questa area geografica, così come Taiwan, dove sono attesi ulteriori sviluppi nel settore del mass transit.

La Cina rappresenta un mercato di estremo interesse nel quale si stanno sviluppando entrambi i segmenti mass transit e ferroviario. L’impegno di ASTS in Cina nel corso di tutto il 2009 è stato particolarmente elevato, sia nel perseguire tutte le possibili opportunità di business sia nel ricercare e consolidare alleanze strategiche in loco che rafforzino la presenza già importante del Gruppo in quel paese.

Gli ordini acquisiti al 31 dicembre 2009 ammontano a 46,4 €Mil, rispetto a 175,3 €Mil al 31 dicembre 2008 Il backlog al 31 dicembre 2009 ammonta a 176,1 €Mil rispetto a 168,1 €Mil al 31 dicembre 2008.