Signalling - Andamento per Unità

(€migliaia) 31.12.2009 31.12.2008 Variazione
Ordini 1.243.016 963.569 279.447
Portafoglio ordini 1.980.191 1.526.383 453.808
Valore della produzione 804.978 824.497 (19.519)
Risultato operativo (EBIT) 98.992 96.980 2.012
R.O.S. 12,3% 11,8% +0,5 p.p.
Capitale Circolante Netto (66.712) (37.216) (29.496)
Ricerca e Sviluppo 36.764 41.618 (4.854)
Addetti (n.) 3.821 3.901 (80)

(I valori espressi nella presente tabella sono comprensivi dei rapporti con gli altri settori di attività).

L’Unità Signalling opera a livello internazionale nell’ambito della progettazione e realizzazione di sistemi e componenti di segnalamento ferroviario e metropolitano mediante quattro società operative di riferimento: l’italiana Ansaldo STS S.p.A. con siti a Genova, Napoli, Torino e Tito; l’americana Ansaldo STS USA, con siti a Pittsburgh (Pennsylvania) ed a Batesburg (Carolina del Sud); la francese Ansaldo STS France, con siti a Parigi e Riom; l’australiana Ansaldo STS Australia con sede a Eagle Farm (Australia).

Il Gruppo possiede, inoltre, società operative minori in Germania, Svezia, Finlandia, Irlanda, Regno Unito, Spagna, Cina, India, Malesia, Sud Africa, Botswana e Brasile nonché numerose stabili organizzazioni e collaborazioni con altri paesi quali Corea, Brasile e Turchia.

Tra i principali progetti cui l’Unità partecipa o ai quali ha partecipato, realizzandoli nel loro complesso o parzialmente, si segnalano:

  • l’installazione di sistemi computerizzati di Interlocking nella stazione di Roma Termini, di Manchester Sud, e nello snodo Sandbach-Winslow (Regno Unito);
  • la realizzazione dei sistemi di Signalling per le metropolitane automatiche di Copenhagen e Brescia, e per le metropolitane di New York, Los Angeles (Green Line), Shanghai (Linea 2), Tianjin/Binhai (Cina);
  • la realizzazione degli impianti elettro-ferroviari della metropolitana di Milano linea 3 e dei sistemi di Signalling completi sulle linee ferroviarie di Rawang Ipoh (Malesia) e Hammersley Iron (Australia);
  • la realizzazione dei sistemi di Signalling sui treni ad Alta Velocità sulle linee francesi (TGV), sulla linea spagnola Madrid-Lerida, sulla linea coreana Seoul-Taegu, su quella cinese Qinhuangdao-Shenyang, mentre in Italia il Gruppo attualmente partecipa alla realizzazione dell’Alta Velocità (tratta Milano - Bologna, Torino - Novara) fornendo, attraverso il consorzio Saturno, sistemi di Signalling.
  • la realizzazione del sistema di segnalamento, telecomunicazioni, security e power supply per un totale di €Mil 541 per le sezioni di Ras Ajdir – Sirt(circa 650 km) e Al Hishah – Sabha (circa 800 km).

Il valore della produzione al 31 dicembre 2009 relativamente all’Unità Signalling è pari ad Euromigliaia 804.978 e presenta una diminuzione di Euromigliaia 19.519 (- 2,4%) rispetto all’esercizio precedente, Euromigliaia 824.497.

Gli eventi produttivi più significativi che si sono verificati nell’esercizio 2009 possono essere così sintetizzati:

 ANSALDO STS - REGIONE ITALIA 

ALTA VELOCITA’

Relativamente all’Alta Velocità si registra a fine 2009, così come programmato, la consegna delle tratte Bologna – Firenze,  Novara – Milano  ed il 2° lotto della Roma – Napoli. In particolare per quanto riguarda la Bologna-Firenze con questa consegna si esauriscono a meno di due interconnessioni (Parma e Fidenza) le attività sull’asse principale dell’Alta Velocità Italiana.

A partire da gennaio 2010 su queste tratte è iniziato il periodo di garanzia di durata biennale.

In merito a possibili nuovi lavori si segnala, attraverso il consorzio Saturno, la redazione del progetto esecutivo e delle offerte per la Brescia – Treviglio e la Milano Genova.

Per gli impianti in fase di realizzazione all’estero, il progetto Paris-Ostfrankreich-Sudwestdeutschland (POS) in Germania ha visto la chiusura della rinegoziazione dello scopo del lavoro, ed in linea con gli obiettivi di attivazione, sono stati i lavori  del progetto ZhengXi in Cina, ove l’inizio del traffico commerciale è previsto a partire dal primo trimestre 2010.

SCMT WAYSIDE 

L’attrezzaggio relativo al programma di installazione del Sistema di Controllo Marcia Treno per RFI è in via di esaurimento così come già evidenziato in passato. Resta altresì significativo il valore della produzione derivante dalle numerose riconfigurazioni richieste dal Cliente per impianti già realizzati ed attivati. In quest’ottica si stanno formalizzando, con i vari compartimenti interessati, degli interessanti accordi quadro volti ad agevolare la realizzazione delle suddette riconfigurazioni . Sono in via di definizione degli Atti Integrativi Modificativi relativamente ai singoli contratti costituenti il programma, tramite i quali verrà definito l’ammontare conclusivo dei lavori eseguiti e di quelli in applicazione dei disposti contrattuali originari.

In parallelo sono anche state completate le attività relative all’introduzione della tecnologia SCMT nella ferrovia Circumvesuviana.

ACS 

La produzione  sul territorio nazionale ha in particolare riguardato  l’attivazione degli impianti di Mestre (fase 1) a giugno, quella di Rho-Pero e di Rebaudengo in modo pressoché contemporaneo alla fine di settembre, l’avviamento della fase merci di Rogoredo a inizio settembre, la conclusione delle attività di retrofit sui Comandi Sicuri per la tratta Messina Patti e l’inizio delle attività per la commessa di Palermo.

Particolarmente importante ed impegnativa anche la riconfigurazione dell’impianto di Roma Termini, realizzata in chiusura d’anno. In fase di definizione gli atti modificativi per il Nodo di Napoli, per Rho fiera e per la Messina Patti. Merita attenzione, per i possibili risvolti tecnologici futuri ed in termini di innovazione, la migrazione, avvenuta con successo a settembre, verso la tecnologia QMR del Posto Centrale dell’ACC di Pisa.

Le attività all’estero hanno riguardato i contratti acquisiti in Romania, Turchia e Tunisia.

SCC GRANDI RETI

Proseguono secondo programma le attività sugli SCC ormai avviati alla fase di chiusura. Sono tuttavia prevedibili numerose riconfigurazioni future, legate alla normale evoluzione degli impianti sottesi. Anche per queste attività, così come per SCMT, si può prevedere la nascita di accordi quadro, come strumento contrattuale di gestione.

Dal punto di vista contrattuale è da segnalare come siano stati definiti e firmati gli Atti Modificativi per la Direttrice Bologna Brennero (attività concluse così come per il nodo di Venezia) e per la Linea Adriatica per il 2010.

 ANSALDO STS - REGIONE FRANCIA 

ATP ON BOARD CINA 

Conformemente agli impegni presi da Ansaldo STS France con MOR, cinquantasette treni sono stati ad oggi equipaggiati e sono in esercizio, utilizzando il nuovo standard cinese CTCS. La sostituzione del BTM è stata effettuata sull’intera flotta. La nuova versione software per migliorare la disponibilità e per soddisfare le richieste del cliente è stata installata con successo.

ALTA VELOCITÀ COREA TRATTA TAEGU - BUSAN

Ansaldo STS France ha acquisito nel dicembre 2006 un contratto da Korea Rail Network Authority (KRNA), nell’ambito di un consorzio coreano, relativo alla Fase 2 dell’Alta Velocità per la tratta da Taegu a Busan, della lunghezza di 125 Km. Il valore originario del contratto era di circa 38 milioni di euro, diventati oggi circa 49.

Il contratto include anche il "Command Control System” delle due principali stazioni della tratta in oggetto, vale a dire Osong e Kimcheon. Attualmente il progetto si trova al 58% di avanzamento ed il completamento è atteso nel dicembre 2010.

Nel trimestre di riferimento è stato raggiunto un accordo relativamente ad una variazione contrattuale per “revisione prezzi”.

Questo progetto conferma e rafforza la partnership più che decennale con le Autorità Ferroviarie Coreane, iniziata con il contratto relativo alla prima fase aggiudicato nel 1994 per la fornitura del segnalamento di terra e di bordo per i 250 Km della linea ad alta velocità tra Seoul e Taegu, inaugurata a marzo 2004.

SHITAI CHINA

Ansaldo STS France ha acquisito dal Ministry of Railways cinese nel novembre 2007 un contratto per la fornitura di sistemi di segnalamento ferroviario per una nuova linea nel nord del paese. Il contratto, del valore complessivo di poco più di 32 milioni di euro, è relativo alla progettazione ed installazione del nuovo sistema del tipo CTCS 2 (Chinese Train Control System) che consentirà il controllo dei treni passeggeri fino a 300 Km/h sulla nuova linea Shijazhuang – Taijuan, della lunghezza di 190 Km, nonché l’interfaccia con la preesistente linea ferroviaria dell’area.

Il contratto è attualmente al 88% di avanzamento.

L’apertura parziale all’esercizio commerciale della linea è stata effettuata lo scorso mese di maggio, mentre l’apertura totale è attualmente prevista nella prima parte del 2010.

ANSALDO STS - REGIONE AMERICHE

UP CADX

Il progetto, di grande importanza per la controllata americana Ansaldo STS USA, prevede lo sviluppo e l’implementazione di un “Next Generation Computer Aided Dispatch (CAD) System” e di un “Optimizing Traffic Planner System”. Questi sistemi dovranno essere implementati su tutte le 33.000 miglia della rete ferroviaria nordamericana di Union Pacific. Il contratto include inoltre la manutenzione del sistema CAD fino al 2021.

Per quanto riguarda lo sviluppo dell’OTP da segnalare che in data 23 settembre 2009 è stata concordato con il cliente e firmato il “Factory Acceptance Test Plan” per le fase 1. La maggior parte dei “Test Plans” per le fasi 2 e 3 sono inclusi nello stesso piano ma devono ancora essere concordati con il cliente per essere finalizzati e firmati. Attualmente si prevede il completamento del FAT di tutte e tre le fasi entro il mese di marzo 2010.

Per quanto riguarda l’hardware UP e ASTS USA hanno lavorato congiuntamente per aggiornare la configurazione in modo da usare la versione commerciale più attuale disponibile.

CTA DEARBORN

Ansaldo STS USA in questo progetto è subcontractor di Aldridge Electric Inc. (AE). Lo scopo della fornitura è la progettazione, fornitura e test di un nuovo sistema automatico di controllo treno e di un sistema opzionale di comunicazione per sostituire il sistema attualmente esistente sulla Blue Line Dearborn Congress da Forest Park Terminal a Jefferson Park sulla O’Hare Service/Kennedy Line di Chicago.

Il progetto riguarda l’attrezzaggio di terra di 22 miglia di linea; la cui conclusione è attualmente prevista ad agosto del 2010.

Per quanto riguarda l’avanzamento, da segnalare che  tutte le 24 locations previste sono state completate e 23 di queste sono attualmente in esercizio commerciale. Il progetto è in fase di completamento, avendo raggiunto il 98% circa di avanzamento. Restano da completare una serie di attività minori che dovrebbero essere finite in un periodo tra tre e sei mesi.

NYCT CHAMBERS STREET 

Ansaldo STS USA in questo progetto è subcontractor di RWKS Comstock. Lo scopo della fornitura consiste nella modernizzazione del sistema di segnalamento di tre “interlockings” e nella costruzione degli apparati di stazione a Chambers Street, World Trade Center e Canal Street sulla linea della Ottava Avenue di New York.

Il completamento è attualmente previsto ad aprile del 2010. Il valore contrattuale per Ansaldo STS USA è di 15,9 milioni di dollari; attualmente il progetto è al 91% circa di avanzamento.

Il risultato operativo (EBIT) relativo all’Unità Signalling al 31 dicembre 2009 è pari ad Euromigliaia 98.992 (12,3% del valore dei ricavi) Euromigliaia 96.980 al 31 dicembre 2008; tale incremento Euromigliaia 2.012  è da attribuirsi principalmente al miglioramento della redditività della controllata  americana Ansaldo STS USA.

Per quanto riguarda l’andamento del margine di contribuzione dell’Unità Signalling nel periodo, si segnala quanto segue:

  • la Capogruppo Ansaldo STS presenta un incremento dei volumi di circa 23 milioni di euro rispetto a dicembre 2008 (+7%). Le attività produttive sono state sviluppate sostanzialmente su contratti con il principale cliente nazionale, in particolare sul segmento dell’Alta Velocità; si è inoltre incrementata significativamente la produzione degli Apparati Centrali Statici (ACS) rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente ed è raddoppiata quella relativa al segmento delle metropolitane. A livello di redditività media si registra invece nel periodo una flessione rispetto all’anno precedente, dovuto in parte al parziale completamento delle attività sulle commesse relative al mercato domestico, in parte alla minore redditività delle commesse estere;
  • Ansaldo STS France presenta volumi leggermente al di sopra dell’esercizio 2008 (circa 4 milioni di euro), derivanti da un miglioramento delle commesse di Sistemi e di Service & Maintenance e da una sostanziale conferma dei volumi sulle commesse di Componenti. La redditività media del periodo presenta anch’essa un lieve miglioramento rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente, dovuto alla maggiore redditività/mix delle commesse di Componenti;
  • Ansaldo STS USA presenta volumi di produzione in aumento rispetto all’esercizio precedente di circa 15 milioni di dollari americani (+9%), sostanzialmente dovuto ad un buon volume delle commesse di Sistemi di Segnalamento. A livello di redditività media del periodo si registra un miglioramento rispetto a dicembre 2008, dovuto ad un effetto mix positivo sulle commesse di Sistemi di Segnalamento che consente di assorbire i minori volumi  delle commesse di Componenti, a redditività più elevata;
  • La regione Asia Pacifico del Signalling presenta un sensibile decremento dei volumi di produzione (circa 90 milioni di dollari australiani, -27%), principalmente dovuto a  slittamenti di varie acquisizioni ed alla cancellazione del progetto ATO Fase 3 con Rio Tinto. La redditività media di periodo presenta al contrario un lieve miglioramento rispetto allo stesso periodo del 2008, dovuto alle commesse di Componenti e Service che, seppure su volumi non particolarmente elevati, registrano un notevole incremento della redditività.

Per quanto concerne invece gli altri costi di struttura l’incremento rispetto a dicembre 2008, pari a circa il 3%, deriva dall’aumento delle attività di offerta e commerciali in genere e dei costi di tipo amministrativo. Tale incremento, ben al di sotto comunque di quello inerente i volumi di produzione, deriva anche dall’allargamento del perimetro societario, con l’ingresso di Cina, Sudafrica e Botswana.

Il Capitale Circolante Netto al 31 dicembre 2009 relativo all’Unità Signalling è pari ad Euromigliaia (66.712) e presenta un miglioramento rispetto al 31 dicembre 2008, Euromigliaia (37.216), di Euromigliaia 29.496. Tale effetto è principalmente dovuto ai maggiori anticipi ricevuti nel periodo.

Le spese di Ricerca & Sviluppo al 31 dicembre 2009 sono pari ad Euromigliaia 36.764 rispetto ad Euromigliaia 41.618 del 31 dicembre 2008.

I progetti nei quali sono coinvolte le società dell’Unità Signalling riguardano i seguenti segmenti di mercato:

  • HSL/ERTMS Lev 2
  • Main Lines/ERTMS Lev 1 & 3
  • Wayside
  • Mass Transit
  • Components
  • Security/Nuove iniziative

L’organico al 31 dicembre 2009 è pari a 3.821 unità, 80 unità in meno rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente unità 3.901 Tale decremento è da attribuirsi principalmente alla riduzione di 118 unità  della controllata americana, per effetto del “Piano riorganizzativo” in corso, avente come obiettivo principale la razionalizzazione della struttura produttiva dello stabilimento di Batesburg e per 19 unità al passaggio di risorse dalla B.U. Signalling alla B.U. Transportation Solutions della controllata malese per lo svolgimento delle attività relative all’ordine acquisito nel 2008 linea ferroviaria North Ipoh - Pedang Besar parzialmente compensato dalle assunzioni in Cina, Francia, Italia e Australia.